Biografia






Davide Perniceni, direttore d'orchestra e fortepianista, nasce a Bergamo nel 1989.
Compiuti gli studi di pianoforte e composizione nel Conservatorio "G. Donizetti" si specializza con Aldo Ciccolini e si dedica all'attività concertistica, debuttando tra gli altri come solista con l'orchestra de “I Pomeriggi Musicali” e approfondendo il repertorio cameristico con membri dei Berliner Philharmoniker.
Il suo interesse per gli strumenti antichi lo porta alla specializzazione in Fortepiano alla Schola Cantorum Basiliensis, dove sotto la guida di Edoardo Torbianelli consegue il Master of Arts in prassi esecutiva storica su strumenti d’epoca. Numerosi i concerti in Francia (Fondation Royaumont) e presso la collezione Tagliavini di Bologna.


Lo studio delle fonti storiche lo porta ad appassionarsi del teatro d’opera, dedicandosi sempre con maggior impegno al lavoro con i cantanti. Dal 2011 al 2015 l’esperienza come maestro collaboratore per il Festival Donizetti e il Teatro di Como As.Li.Co gli consente di conoscere un vasto repertorio belcantistico, collaborando con cantanti di livello internazionale ed assistendo numerosi direttori, tra cui Corrado Rovaris, Sebastiano Rolli, Christopher Franklin.

Parallelamente si dedica agli studi di Direzione d’orchestra presso il Conservatorio “Verdi” di Milano con il M° Parisi, perfezionandosi poi con il M° Gelmetti presso l'“Accademia Chigiana” di Siena.

 

Dopo il debutto nel 2014 con L’Elisir d’amore al Teatro Mancinelli di Orvieto, dirige l’”Orchestra del Festival Donizetti” in recite di Betly e L’Elisir d’amore al Teatro Donizetti e al Teatro Sociale di Bergamo. Presso la Fondazione Rubini dirige Traviata con i vincitori del concorso internazionale di canto.

Ha inoltre collaborato con “I Musici di Parma” e diretto più volte l’orchestra de “I Pomeriggi Musicali” in concerti sinfonici nella Sala Verdi di Milano, tra cui un concerto per il Festival MiTo.

 

Dal settembre 2016 è Direttore d'orchestra e assistente presso il Teatro di Heidelberg in Germania, dove ha diretto recite di Haensel und Gretel, Die Zauberflöte, Freischütz, Anatevka. 

A Gennaio 2018 debutta con la produzione Don Pasquale.

È stato membro del Dirigentenforum dal 2017 ed ha diretto la Vanemuine Symphony Orchestra in Estonia e la Südwestdeutsche Philharmonie Konstanz in Germania.

È stato invitato a marzo 2018 dalla Daegu Opera House in Corea come direttore musicale e maestro al cembalo per Le nozze di Figaro.

 

Per il Festival Barocco “Winter in Schwetzingen” è assistente della direzione d’orchestra e dirige dal cembalo Giulietta e Romeo di Zingarelli (2016), dal fortepiano Mitridate di Porpora (2017) mentre a novembre 2018 è direttore musicale al cembalo de La Verità in cimento di Vivaldi.

 

Nella primavera 2019 dirige Il Barbiere di Siviglia al Teatro di Kiel e l’operetta Die Herzogin von Chicago di Kalman a Bremerhaven.

 

Nominato 1. Kapellmeister al Teatro di Bremerhaven, ha diretto recentemente il musical Der Graf von Montechristo, La Cenerentola, Cavalleria rusticana/Pagliacci.


Nella stagione 2021/2022 dirige „Les contes d’Hoffmann“,  il musical “Chess”, „Der Kaiser von Atlantis“ e “Il Ratto dal Serraglio“.

Dall’autunno 2019 viene invitato regolarmente a dirigere concerti sinfonici con la Baden-Baden Philharmonie.